SHOWROOM

Strada Carpice 22

Moncalieri (TO), 10024

info@tappetimarotta.com

(+39) 011 6467428

 

IT 11992610011

 

Orario: dal martedì al sabato 9:00-13:00 / 15:00-19:00
domenica 15:00-19:00
lunedì chiuso

solo Martedì 31 Dicembre la Galleria seguirà orario ridotto 09-13/15-18

1 Gennaio Chiuso

La Galleria riaprirà il 2 Gennaio con orario 9.00-13.00/15.00-19.00

  • Facebook Tappeti Orientali Torino
  • Instagram Tappeti Orientali Torino
  • White YouTube Icon

GARANZIA

> Garanzia 100% Soddisfatto o Rimborsato

> 30 giorni diritto di recesso

> Certificato di autenticità

> Spedizione Gratuita in tutta Italia

> Acquisti Sicuri

PHILANTROPY

Scopri il nostro progetto contro il lavoro minorile e la salvaguardia dei diritti dei bambini

Tappeti Marotta Tappeti Orientali Tappet
ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST E RICEVI UN BUONO DA € 300!
rimani aggiornato su tutte le nostre novità ed occasioni!

©2019 by TAPPETI MAROTTA. 

Credenza Gansu - Mongolia - XIX Secolo

SKU: 37821

Credenza Gansu - Mongolia 

XIX Secolo

TRATTATIVA PRIVATA

  • Informazioni

    L’arredamento artigianale orientale di fattura cinese e mongola ha assunto, nel tempo, caratteri strutturali ed artistici molto peculiari e diversificati su base regionale. La vastità geografica e le specifiche condizioni ambientali, climatiche, culturali, abitative proprie di questi territori così eterogenei hanno, infatti, inciso, di volta in volta, sia sulla scelta del materiale ligneo disponibile ( nel sud è diffuso il flessibile bambù, mentre nel centro-nord trovano dimora soprattutto conifere e latifoglie, quali pini e olmi), sia sui tratti espressivi dell’arte decorativa realizzata.

    I mobili denominati Gansu provengono dalle regioni settentrionali della Cina e della Mongolia e tipologicamente si presentano come cassapanche o come credenze-cabinets dalle caratteristiche pareti frontali suddivise in pratiche ante a pannelli decorati dipinti.

  • La Credenza Marotta

    La preziosa credenza, qui proposta incarna con eleganza e rigore gli elementi etnici tradizionali di questa tipologia di mobilio. La struttura portante, in legno massello, è solida e salda nella composizione e nella forma. Risalta la tipica finitura in pregiata lacca rossa, che visivamente scandisce i tre pannelli frontali, apribili tramite comode antine rettangolari, sede di tre delicate composizioni decorative, inquadrate in altrettante cornici lignee intagliate a volute semplici, laccate in bruno-nero.

    L’imponenza e l’assetto solido della struttura lignea sono addolciti ed illuminati dal rosso vibrante della lacca. Amato e declinato in infinite combinazioni, il colore rosso è associato al fuoco, allo yang, quindi alla forza vitale, alla felicità, alla fortuna e alla ricchezza sia spirituale che materiale. Viene sfoggiato con orgoglio nei giorni di festa, soprattutto durante il capodanno. Non sorprende, dunque, che anche le scelte cromatiche dell’arredamento rispondano a certi gusti sociali e culturali così sentiti in Estremo Oriente.

  • Simbologia

    Ad arricchire ulteriormente il mobile di finezza e significato, ecco tre medaglioni figurati realizzati centralmente su ciascuna anta. Vi si possono riconoscere le quattro tematiche tipiche della pittura tradizionale cinese: i paesaggi, i ritratti umani, gli animali e le piante. Ove è sempre la Natura la protagonista indiscussa e l’Uomo vi compare, solo di rado, assumendo per lo più un significato simbolico. Molto interessante è la figura zoomorfa che accompagna un illustre personaggio e compare nel medaglione laterale destro: è il bixie, creatura mitologica cinese simile ad un leone o ad una chimera; secondo le leggende tradizionali è nato dai grandi e potenti draghi, dai quali ha ereditato i suoi poteri mistici; è considerato un animale benevolo e dal sorprendente influsso benefico, infatti, letteralmente i suoi ideogrammi significano ‘far fuggire il male’. Sono poi evidenziati, nel medaglione mediano, i ‘quattro tesori di studio’ dell’arte calligrafica: pennello-carta-inchiostro-pietra d’inchiostro.  Probabilmente un tributo, ed uno sprone per l’osservatore, alla ricerca intellettuale ed interiore.

    Secondo lo scrittore, storico e critico d’arte Xie He (VI sec.) il primo principio da considerare quando si osserva un dipinto è ‘la risonanza dello spirito’, ovvero riuscire o meno a cogliere l’intento, l’energia creativa del pittore attraverso l’emozione e la tecnica della sua opera. Infatti, solo evidenziando l’essenza di un soggetto si può rappresentare e, quindi, trasmettere il bello, perché l’arte è interpretazione della realtà esistente, l’arte è il veicolo espressivo dei fenomeni in cui si declina il Qi (l’energia vitale), non è una semplice e banale riproduzione grafica. E poterla cogliere rende più felici e anche un po’ più saggi.

    Contemplando creazioni artigianali tradizionali così autentiche e affascinanti, come questa credenza Gansu, diviene assolutamente naturale esserne ammaliati, emozionati ed ispirati.

  • Certificato e Garanzia

    Il mobile verrà consegnato insieme al suo certificato di autenticità.
     

  • Informazioni di Spedizione

    Possibilità di spedizione in tutta Italia, comprese isole.