LO CHAGAM DEI FIORI DI LOTO

CHAGAM DEI FIOR DI LOTO

TIBET, 1800

Misure: L 80 X P 28 X H 62 cm.


La parola tibetana che traduce i termini ‘credenza’ o ‘cabinet’ è chagam, con la quale ci si riferisce a quei mobili armadio, con sviluppo sia orizzontale che verticale, atti a contenere oggetti di varia natura.


La caratteristica strutturale che definisce questa grande famiglia tipologica è la presenza di ante apribili sul fronte.


Il chagam compare, nei contesti abitativi tibetani, solo a partire dal XVIII secolo, in un peculiare momento di fermento culturale, sociale ed economico.


Tutti questi elementi hanno concorso a rendere la sua diffusione capillare, trasversale e di successo, sia nei contesti religiosi, come i grandi monasteri, sia in ambienti più profani, come le residenze laiche.


Nelle ricche e spaziose case dell’aristocrazia e della borghesia urbane, infatti, veniva collocato nelle stanze principali di rappresentanza, dove era impiegato a seconda dei bisogni e delle necessità, oltre che esser sfoggiato con fierezza, come si conviene ai più preziosi capolavori.


Questo piccolo e meraviglioso chagam ne è un mirabile esempio.


Con la sua struttura ad incastri in falegnameria semplice ed un delicato accento rustico, si compone di quattro elementi portanti, detti montanti, posizionati agli angoli del mobile, raccordati tra loro da traverse collocate alla base e alla cima per tutti e quattro i lati, costituendo così un parallelepipedo.


Lo spazio interno è reso fruibile tramite le caratteristiche antine frontali e la maniglia ad anello.


Ad impreziosire il tutto, donando un prezioso tocco di ricercatezza artistica unica e pregiata, ecco la decorazione.


Un fine decoro a bouquet floreale policromo è incastonato, a mo’ di medaglione, nella porzione centrale di ciascuna antina, mentre un elegante intreccio vegetale di corolle, foglie, steli e tralci illumina il ripiano superiore.


È una sublime profusione di fiori di loto gialli, rosa e blu! Fiore molto amato in tutto l’Oriente, il fior di loto, padma in tibetano, nella tradizione iconografica buddhista è avvolto da un’aura mistica ed affascinante di significati.


Infatti, è il simbolo sacro che richiama alla bellissima metafora della vita spirituale, col suo candido sbocciare dalla melma fangosa dello stagno: è lo sbocciare rigoglioso della vita sulla sofferenza; è la conquista dell’illuminazione assoluta attraverso la sofferenza dell’oscurità; è la purezza spirituale che emerge al di sopra del fango del mondo secolare.


É l’emblema della costante sfida interiore che conduce alla perfezione morale e spirituale, al di là del dolore e delle difficoltà.


Un prezioso e speciale chagam, ove la tradizione tibetana più autentica trasmette tutta la sua peculiare gioia di vivere, con semplicità ed eleganza.


Non un semplice complemento d’arredo, dunque, ma una vera e propria opera d’arte, che ispira ad affrontare l’esistenza con cuore coraggioso e sorridente, attimo dopo attimo, giorno dopo giorno, anno dopo anno. Sbocciando come un regale fior di loto!


Scopri tutti i nostri tappeti su https://www.tappetimarotta.com/mobili-etnici

28 visualizzazioni0 commenti