top of page

TAPPETO SAROUK, AFGHANISTAN

TAPPETO SAROUK, AFGHANISTAN

Misure: 369 cm x 267 cm

Appartenente alla prestigiosa famiglia dei tappeti persiani, questo finissimo esemplare di Tappeto Sarouk è una pregiata creazione della secolare arte tessile e del sapiente artigianato tradizionale della Grande Persia.


Generato dalla maestria e dall’ingegno di tessitori locali, attivi in un antico atelier dell’Afghanistan, è stato eseguito seguendo fedelmente i dettami stilistici ideati dalla scuola decorativa iraniana di Sarouk (un produttivo villaggio situato a nord di Arak, Iran; centro artistico d’eccellenza, da dove si è originata e diffusa in tutta la Persia questa tipologia, e di cui porta il nome), annodando rigorosamente a mano la preziosa lana afghana Gazni per mezzo del caratteristico nodo ritorto asimmetrico persiano (senneh) in una tessuto dalla resa extrafine ed elegante, e sottoposto poi, in ultimo, ad un delicato procedimento che gli conferisce questo ricercato aspetto anticato.


Le tinture policrome applicate al vello sono state ottenute impiegando esclusivamente i pigmenti coloranti di derivazione naturale, sia vegetali che minerali. Il risultato è un vero capolavoro, ove la peculiare tecnica della manifattura e la bellezza unica del repertorio decorativo emozionano e conquistano l’osservatore.


Gli artisti artigiani hanno dedicato meticolose attenzioni alla composizione dei decori, così precisi, preziosi e sinuosi da creare un equilibrio cromatico figurativo davvero sorprendente. L’iconografia scelta per la realizzazione è tipica del repertorio persiano Sarouk-Arak. Incastonati in semplici e fini bordure di complemento, ecco delicati motivi stilizzati dallo stile naturalistico che ricordano rosette o palmette ed il classico ‘motivo Boteh’, ove un piccolo simbolo riconducibile ad una fiamma, una foglia, una pigna o una pera, a seconda delle interpretazioni, si ripete ordinato lungo tutto il perimetro della cornice.


Sono gli schemi floreali a condurre gli occhi in un dedalo fiorito entusiasmante.


La bordura a sfondo rosso rosato, posta a racchiudere la meraviglia del campo centrale del tappeto, si presenta come una larga banda rettangolare al cui interno si alternano con rigore e ricercatezza due moduli floreali distinti. Si distinguono, infatti, per lo sviluppo composito del fogliame e degli steli, due tipi di medaglione policromo: uno stellato, più compatto e dallo sviluppo lineare-geometrico; ed un altro più articolato e modulato da ramificazioni laterali morbide. Sono delle rielaborazioni di grande livello artistico del tradizionale ‘motivo Herati’: schema decorativo floreale che prende il nome dalla città di Herat, nel nord-ovest dell’Afghanistan; composto da un fiore inscritto in un rombo e circondato da foglie d’acanto; impiegato soprattutto come motivo a tutto campo.


Ma è il grandioso campo centrale che domina la scena.


Sul suo intenso sfondo blu si stagliano, in un tripudio di colori e vibrazioni, eleganti corolle policrome in fiore a medaglione, come incastonate in un soave giardino regale: boccioli, foglie, rami gemmati, teneri arbusti accolgono e celebrano la vita, alla delicata presenza di idilliaci uccellini.


La composizione decorativa è un tripudio di Natura.


I delicati colori dei filati di lana scelti, nelle loro varie tonalità, rendono tutto ancora più poetico. Ecco il rosso brillante, il rosa dughi, l’intenso blu e poi l’avorio, ora più chiaro, ora più caldo.

Tappeto Sarouk afghano: gioiello persiano di infinito fascino e di inestimabile valore.

Scopri alcuni dei nostri tappeti su https://www.tappetimarotta.com/tappeti-orientali

27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page